facebook Foto Foto Video Video Audio Audio

10 anni referendum dei 3 Comuni ladini della Provincia di Belluno. La fine di una illusione?

tavola rotonda con esperti del settore Sabato, li 28 ottobre alle ore 17.00, sala comunale di Reba/Livinallongo.

Alla popolazione catalana si rinfaccia di aver indetto un referendum non previsto dalla Costituzione spagnola. i Ladini dei 3 Comuni ladini della Provincia di Belluno hanno espresso in modo chiaro il loro SI all’aggregazione dei tre Comuni alla Provincia di Bolzano Fodom/Livinallongo, Col Santa Lizia/Colle Santa Lucia e Cortina d’Anpezo Cortina d’Ampezzo, muovendosi ovviamente nel quadro costituzionale e nel pieno rispetto delle regole.

Ma da dieci anni a questa parte le istituzioni competenti a Roma non hanno dato una risposta!

Sorge spontanea la domanda se per la popolazione dei 3 Comuni ladini la questione sia chiusa, se bisogna rassegnarsi con il fatto che il referendum resti una mera illusione.

 

Ai fini di trovare una risposta a questa domanda verrà organizzata una

tavola rotonda con esperti del settore

 

Sabato, li 28 ottobre alle ore 17.00,

sala comunale di Reba/Livinallongo.

 

I Partecipanti sono:

 

Milva Mussner, presidente dell’Union Generela di Ladins dla Dolomites,

Elsa Zardini, promotrice del referendum,

Bepe Detomas, assessore regionale ladino della Regione Trentino-Südtirol,

Lukas Plancker, avvocato e esperto in diritto amministrativo,

Paul Videsott del “Comité Amisc dla Ladinia Unida”, esperto linguista,

Paolo Frena, sindaco di Col Santa Lizia.

 

Moderazione: Giulia Tasser.

 

Segue una discussione con il pubblico presente. Tutti sono gentilmente invitati.

 
  

ladinoitaliano

Union di Ladins de Fascia - Strada Dolomites, 22 - 38039 Vich/Vigo di Fassa (TN) - tel. / fax +39 0462 764545 - union@ladinsdefascia.it - Privacy